Kreditdokumente: Mann im Wohnzimmer

Quali documenti devo consegnare quando chiedo un credito?

  • 20.01.2021
  • Ben M.
  • Tempo di lettura: 3 min.

Gli istituti di credito non possono erogare importi di denaro a casaccio – per ogni richiesta sottostanno all’obbligo di verificare se rientrano nelle linee guida legali. Per permettere loro di farlo devi corredare la tua richiesta con un paio di documenti.

La verifica del credito è impossibile senza documentazione

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio – molti istituti di credito la pensano proprio così. O meglio: il legislatore, poiché è lui a prescrivere lo svolgimento di una serie di verifiche prima della concessione di ogni credito. Se quindi chiedi un credito privato, l’istituto di credito è obbligato a valutare con una cosiddetta verifica della solvibilità se tutto andrà per il verso giusto.

Ciò avviene innanzitutto per la tua sicurezza: un credito deve poterti permettere investimenti più grossi che ti permettano una vita più felice – e non intrappolarti in un vortice di debiti. Per questo motivo esistono requisiti per il credito che vanno obbligatoriamente rispettati (questo talvolta può anche portare a un rifiuto della richiesta di credito. Ma è molto meglio così che cadere nella trappola del sovraindebitamento!).

Per soddisfare questi requisiti di legge, il creditore ha bisogno di un paio di informazioni da te. In concreto, si tratta di valutare la tua situazione finanziaria effettiva ovvero di capire se saresti in grado di pagare le rate del credito. E queste informazioni vanno corredate di documenti giustificativi… perché, come ti dicevo prima: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

Estratti conto, rendiconti del salario, estratti del registro esecuzioni e fallimenti: quali documenti bisogna davvero presentare assieme alla richiesta di credito?

  • Rendiconti del salario: La base della verifica della fattibilità del credito che desideri è ovviamente data dal tuo salario. Per questo motivo, l’istituto di credito ha bisogno dei tre ultimi rendiconti del salario che ti ha mandato il tuo datore di lavoro (insomma quelli che ricevi ogni mese – da non confondersi con il certificato di salario che ti viene spedito solo una volta all’anno e che serve per la dichiarazione d’imposta). Così l’istituto di credito vede subito se hai davvero un rapporto di lavoro e disponi di un reddito fisso.
  • Documento d’identità: ovviamente, l’istituto di credito deve poterti identificare al di là di ogni dubbio e registrare i tuoi dati personali. Questo accade sulla scorta di un documento d’identità ufficiale (carta d’identità o passaporto, per cittadini stranieri la carta di soggiorno per stranieri). La cosa fondamentale è che il documento sia valido e che fronte e retro siano chiaramente leggibili.
  • Altri documenti: inoltre, alcuni creditori richiedono anche altri documenti, come ad esempio un attuale estratto del registro esecuzioni e fallimenti o una copia del contratto di locazione – ma senz’altro te lo fanno sapere.

Una verifica seria del credito non si fa in due minuti: ci vuole un po’ di tempo. Fatti un favore e presenta la tua richiesta di credito fin dall’inizio quale dossier completo di tutti i documenti necessari. Così l’istituto di credito potrà fare subito una accurata verifica della solvibilità e risponderti presto – e nella migliore delle ipotesi riceverai subito e senza tante storie un bonifico sul tuo conto.

Richiedere tuo credito: confronta online gli offerenti svizzeri

Vuoi richiedere un credito in Svizzera? Ti aiutiamo noi: confronta in un paio di clic le condizioni dei vari offerenti in Svizzera e richiedi il tuo credito online, è semplice!

Confrontare le offerte