Assicurazione di responsabilità civile privata

Quali danni dell’inquilino copre un’assicurazione di responsabilità civile privata

  • 09.09.2021
  • Vincent R.
  • Tempo di lettura: 4 min.

In qualità di inquilino, rispondi di determinati danni nel tuo appartamento. Se i costi debbano essere sostenuti dal locatore, dall’assicurazione o da te dipende dalle circostanze concrete del caso. Ecco una panoramica sul tema in questo articolo.

Dove vive qualcuno, è normale che alcune cose si rompano: macchie sul tappeto, graffi sul parquet, vetri in frantumi, pareti ingiallite. Una sbadataggine fa presto ad accadere ed è impossibile evitare del tutto i segni di usura in un appartamento. Per questo sarebbe bene che tu, in qualità di inquilino, sappia in quali casi devi pagare e in quali altri, invece, puoi notificare il danno alla tua assicurazione.

Quali danni si assume l’assicurazione di responsabilità civile privata?

L’assicurazione di responsabilità civile privata copre i danni da te causati per sbaglio a terzi. Poiché l’appartamento in affitto non è di tua proprietà, spesso i danni all’appartamento sono coperti dall’assicurazione di responsabilità civile privata. Se per esempio qualcosa ti cade e causa una crepa nel lavandino o sulla piastra da cucina, potrai notificare il danno all’assicurazione. Lo stesso vale anche se il danno in questione è stato causato dai tuoi figli o animali domestici.

Ma attenzione: per i danni che insorgono lungo un arco di tempo prolungato, di solito l’assicurazione non si assume le spese di riparazione. Se per esempio fumi spesso in casa e ciò causa l’ingiallimento delle pareti, le spese per la riverniciatura saranno a carico tuo. 

Non avere paura: non si deve pagare di tasca propria per ogni danno causato da usura in un appartamento in affitto. Anche negli appartamenti di gente che non fuma le pareti possono ingiallirsi col passare degli anni. E arriva il momento in cui ogni tappeto mostra la sua età, anche se magari non ha nessuna macchia. Queste usure sono normali e se rendono necessario un intervento, è il locatore che deve sostenere i relativi costi. 

Cosa rientra nelle spese di competenza del locatore e cosa invece devi pagare tu non è sempre tanto chiaro. Se, per esempio, è necessario sostituire le guarnizioni di rubinetti o tubi per doccia, sarai tu a dover pagare. Di solito, in caso di dubbi, basta fare una breve ricerca su Internet per avere chiarezza.

Cerchi un'assicurazione di responsabilità civile privata?

Qui puoi confrontare le offerte.

E allora andiamo!

A quanto ammonta il risarcimento di un danno causato dall’inquilino?

Se accidentalmente distruggi la moquette del tuo appartamento in affitto, dovrai rispondere del danno. È una seccatura, che però non necessariamente si trasforma in una grossa spesa. Infatti, gli oggetti installati in un appartamento affittato hanno una determinata durata di vita. Le spese per una riparazione o sostituzione vengono calcolate in base al valore corrente di mercato del rispettivo oggetto. Appare più complicato di quanto non sia in realtà. Ti faccio un esempio: una moquette di qualità media ha una durata di vita stimata di dieci anni. Se dopo cinque anni succede un danno ed è necessario sostituire la moquette, l’inquilino dovrà pagare solo la metà del prezzo della moquette nuova. 

In Svizzera, l’Associazione Svizzera Inquilini (ASI) mette a disposizione a tal fine una tabella della durata di vita. In essa si vede a quanti anni ammonta la durata di vita stimata di un determinato oggetto. La durata di vita di un frigorifero è stimata a 10 anni, per fare un esempio, mentre per una lavatrice gli anni diventano 15 e per un parquet di legno massello si arriva addirittura a 40 anni. Ma non dimenticare che questi sono solo valori orientativi. I valori esatti dipendono molto dalla qualità del rispettivo oggetto di cui si tratta. Purtroppo non puoi aspettarti che un oggetto venga automaticamente sostituito quando scade la sua durata di vita ufficiale. Infatti, ciò corrisponderebbe ad una riparazione cosmetica e il padrone di casa non è obbligato a farlo.

Anche quando un danno è coperto dall’assicurazione di responsabilità civile privata di solito ti devi assumere una parte dei costi. A quanto ammonti poi questa parte dipende dalla franchigia da te scelta. Se i costi insorti sono inferiori alla franchigia, faresti meglio a non notificare per niente il danno all’assicurazione. 

Fondamentale in caso di danni dell’inquilino: verifica se la tua franchigia è riferita all’intero appartamento o solo ad alcune stanze singole. E questo varia da assicurazione a assicurazione. Se causi un danno d’acqua in tre stanze e hai una franchigia di 300 franchi, dovrai pagare o 900 franchi, oppure 300. Come vedi, questa piccolissima differenza nelle condizioni contrattuali può avere un grande effetto sul risarcimento del danno. Per questo motivo, prima di stipulare un contratto d’assicurazione dovresti sempre informarti in dettaglio sulle condizioni contrattuali.

Cosa fare in caso di riparazione di un danno causato dall’inquilino

I danni possono sempre succedere – questo lo sanno bene anche i tuoi locatori. Per questo è importante che, a fronte di danni di grosse dimensioni, tu per prima cosa contatti i tuoi locatori prima di incaricare qualcuno della riparazione. Altrimenti ti potrebbe anche capitare di dover pagare tutti i costi (invece del solo valore di mercato). Nel peggiore dei casi, potrebbe addirittura succedere che il locatore non sia soddisfatto della riparazione e tu debba sborsare altro denaro per la stessa cosa.

Un fatto che molti inquilini non sanno: se scopri difetti nell’appartamento poco dopo il trasloco, puoi comunicarlo al locatore anche dopo la consegna. Saranno loro, allora, a doversi far carico della riparazione. A seconda del contratto di locazione, hai tra cinque giorni e un mese di tempo per farlo.

E per finire un ultimo consiglio importante: se ti trasferirai a breve e già immagini che nel tuo vecchio appartamento saranno necessarie delle riparazioni, faresti meglio ad occupartene quanto prima. Se infatti, a causa delle riparazioni necessarie, si ritarda il trasloco dell’inquilino che ti segue, sarai tu a dover pagare per la perdita dell’affitto e per le altre spese connesse. Questo può diventare costoso.

Poiché l’assicurazione di responsabilità civile privata spesso si attiva in caso di danni dell’inquilino, di solito i premi sono un po’ più alti per chi abita in affitto che per i proprietari di casa. Cionondimeno, questa assicurazione conviene: infatti, per pochi soldi sei assicurato contro molti danni. Ma ora, molto probabilmente, non hai molta voglia di fare una lunga ricerca per trovare l’offerta migliore, non è così? E per fortuna non lo devi fare: qui trovi tutte le assicurazioni di responsabilità civile privata a confronto e puoi chiedere offerte gratuitamente e senza impegno.