Anche tu puoi fornire un sostegno al popolo ucraino: offrendo un alloggio temporaneo o effettuando una donazione a organizzazioni umanitarie come la Croce Rossa, Caritas o la Catena della Solidarietà contribuirai ad alleviare le loro sofferenze.

Hypothek erben: Mutter und Tochter spazieren

Cosa devo tenere a mente se eredito un’ipoteca?

  • 25.01.2022
  • Laura A.
  • Tempo di lettura: 3 min.

La maggior parte degli immobili vengono acquistati con il ricorso a ipoteche. Come logica conseguenza, immobili e ipoteche vengono ereditati assieme – questo fatto ti apre letteralmente nuove porte, ma va anche verificato con attenzione. In questo articolo abbiamo raccolto gli aspetti di cui dovrai tener conto.

Quando si tratta di eredità, il grado di parentela è decisivo

In linea di principio, le eredità seguono il principio del grado di parentela. Ciò significa che (tranne che nel caso di coniugi o di un testamento irreperibile) in caso di morte i consanguinei diretti sono i primi a ricevere qualcosa in eredità. A seconda del caso, quindi, ti può succedere di ereditare qualcosa – per esempio un immobile.

In un caso del genere, oltre ad affrontare il dolore della perdita di una persona cara, si devono prendere alcune decisioni importanti. Vuoi tenerti l’immobile o venderlo? Esistono altri eredi assieme ai quali va presa questa decisione? E quali costi sono possibili?

Partiamo dal presupposto che vuoi accettare e mantenere immobile e ipoteca da solo e guardiamo quali sono le cose da tenere a mente.

Fondi propri, sostenibilità, ammortamenti: cosa tenere a mente se erediti un’ipoteca

Come appena detto, naturalmente non erediti solo la casa, ma anche la relativa ipoteca. Ciò significa che ora dovrai verificare con il partner finanziario se ti potrai permettere tutto questo:

  • Iniziamo subito con la buona notizia: mentre per il «normale» l’acquisto di un immobile devi disporre di almeno il 20% del prezzo d’acquisto – i cosiddetti fondi propri – nel caso di un’eredità questa condizione non esiste più – l’immobile è già stato acquistato e viene ora «solo» dato in eredità. «In linea di principio», però, questo avviene perché forse ti troverai a dover ammortizzare una determinata parte dell’ipoteca per garantirne la sostenibilità.
  • A proposito: la sostenibilità dell’ipoteca è il fattore più importante per la verifica dell’eredità. Si calcola qui se tu, con il tuo stipendio, sei in grado di sostenere i tassi ipotecari, i costi accessori ed eventuali ammortamenti. Infatti, affinché l’ipoteca sia e resti sostenibile l’insieme di questi costi non può essere superiore al 33% del tuo reddito. Eventualmente faresti bene a verificare in modo assolutamente non vincolante nel calcolatore dell’ipoteca in che misura tutto ciò per te sia realistico.
  • Sostanzialmente, gli ammortamenti vengono impiegati quando l’ipoteca è ancora talmente alta da dovere essere suddivisa in una 1. e 2. ipoteca. Al contempo, però, può anche accadere che tu debba ridurre l’ipoteca con un unico ammortamento in maniera tale da far sì che essa soddisfi i requisiti di sostenibilità.
  • Ma può anche succedere esattamente l’opposto: se si tratta di un immobile che ha già una certa età e nel quale da tanto tempo non è stato fatto niente, forse ora è necessario fare una ristrutturazione. Un secchio di vernice per una ritinteggiatura non costa certo molto, ma una ristrutturazione completa fa presto a diventare costosa. A tal fine puoi aumentare l’ipoteca esistente – se dopo il calcolo della sostenibilità è tutto a posto, di solito questo non è nessun problema.
  • A seconda del tuo anno di nascita, infine, devi eventualmente pensare anche al tuo pensionamento. Di solito, infatti, dopo il proprio pensionamento il reddito diminuisce e diminuiscono anche gli importi dichiarati ai fini del calcolo – ma l’ipoteca deve naturalmente restare sostenibile anche nella vecchiaia.

A seconda dei casi, può darsi che nell’ambito del nuovo accordo di finanziamento si presenti anche l’opportunità di cambiare ipoteca e di abbassare quindi i costi regolari.

Nonostante il triste evento, senza dubbio ereditare un immobile ti offre un’enorme opportunità: se saprai come muoverti, potrai trarne il massimo vantaggio. Tuttavia, va detto che le questioni di eredità sono spesso una questione piuttosto complicata e che non esiste un rimedio universalmente valido per gestirle. È sempre meglio rivolgersi ad un professionista, per essere sicuri che tutti gli aspetti vengano debitamente considerati e per evitare brutte sorprese. Se ti capita di trovarti in questa situazione, non esitare a contattarci – verificheremo insieme le varie opzioni esistenti e troveremo senz’altro la soluzione che fa al caso tuo.