Guida accompagnata - FinanceScout24

Assicurazione auto per guida accompagnata

  • 14.01.2020
  • Amelia L.
  • Tempo di lettura: 3 min.

Hai superato l’esame teorico? Bene! Allora hai due anni di tempo per prepararti all’esame pratico. La cosa migliore è una combinazione di ore di guida e esercizio privato. Qui ti spiego a cosa devi badare quando guidi senza un maestro conducente professionista al tuo fianco.

Le corse di esercitazione accompagnate fanno risparmiare

Ogni inizio è difficile – chi impara a guidare lo sa fin troppo bene. Iniziare a guidare non è facilissimo ed è assolutamente normale che a un neoconducente ogni tanto muoia il motore. Coraggio, nessuno ‘è nato imparato’, anzi è facendo esercizio che si impara. Per questo è importante non arrendersi subito, ma continuare ad allenare la propria destrezza al volante. Non necessariamente, però, lo devi fare con un maestro conducente: non appena hai abbastanza sicurezza al volante, puoi esercitarti a guidare anche con una persona privata. Così facendo risparmierai un sacco di soldi – ma devi stare attento ad alcune cose.

Prima della corsa, controlla le assicurazioni

Ancora prima di salire in macchina, controlla come sei messo con l’assicurazione. Innanzitutto l’auto che vuoi guidare deve essere coperta da una assicurazione di responsabilità civile per i veicoli a motore che è obbligatoria per tutte le auto. Per le corse di guida occorre però badare anche ad altro. È importante che nella tua assicurazione privata di responsabilità civile sia inclusa la ‘guida di veicoli a motore di terzi’. Infatti, se fai una corsa di guida con un amico o un parente, e per sbaglio tamponi un’altra auto, l’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli a motore coprirà il danno a questa auto – ma non quello all’auto che stai guidando. Per questo la tua assicurazione di responsabilità civile deve includere anche la ‘guida di veicoli a motore di terzi’. Ma attenzione: se il proprietario dell’auto vive assieme a te – se per esempio è tuo padre o tua madre – anche questa copertura di solito non vale. In questo caso l’unica possibilità utile sarebbe quella dell’assicurazione casco totale, sempre che tu non voglia pagare il danno di tasca tua.

Le premesse per corse di esercitazione accompagnate

Naturalmente devi avere una valida licenza per allievo conducente. La ricevi una volta superato l’esame teorico. A partire da questo momento la licenza vale per 24 mesi e non può essere né interrotta, né prolungata.

Gli altri utenti della strada devono poter vedere che sei ancora un principiante. Per questo motivo quando guidi devi sempre avere sul lato posteriore della macchina una tabella con una L bianca su sfondo blu (che puoi comprare per pochi soldi in molti negozi e online). È importante che ti ricordi di toglierla ogni volta che non sei più tu a guidare.

Ovviamente devi anche essere fisicamente e mentalmente in grado di guidare un veicolo, altrimenti metti in pericolo non solo te stesso ma anche per gli altri. Chi ha bevuto, è molto stanco o malato (per esempio, ma non solo) non può mettersi dietro ad un volante!

Non puoi guidare mai da solo, ma solo se accompagnato da una persona adulta che soddisfi i seguenti criteri: 

  • Deve avere compiuto almeno 23 anni e possedere da almeno 3 anni la licenza di condurre (definitiva) per la categoria dell’auto usata per la corsa.

  • Questa persona inoltre deve sempre garantire la sicurezza e il rispetto delle norme della circolazione stradale. Per questo motivo si deve sedere in maniera tale da potersi servire facilmente del freno a mano.

  • Inoltre si deve assolutamente trattare di una persona idonea alla guida, ciò significa che anche questa persona non può essere sotto l’influsso di alcol o di medicine.

Attenzione: la licenza per allievo conducente è valida solo per la Svizzera: nel viaggio familiare in Toscana, quindi, dovrai lasciar guidare i tuoi genitori anche se possiedi una valida licenza per allievo conducente. Per contro, il numero di persone che possono viaggiare con te non è limitato (ovviamente fino al numero massimo di passeggeri consentiti per il veicolo); quindi puoi tranquillamente portare un paio di amici a fare un giro e mostrare loro quanto hai già imparato.

Un’ultima avvertenza: alcuni automobilisti si comportano come se fossero nati sapendo già guidare. Quando guidi con la tabella con la L, non sono comprensivi se si accorgono che la tua guida è un po’ insicura, anzi: suonano il clacson, ti fanno fretta e si irritano. Non farti innervosire: anche loro una volta erano principianti e dovrebbero sapere che questo comportamento non è davvero tra i migliori. Insomma: non preoccuparti, buona guida e vai col rock all’esame pratico! ;-)

Calcolare la tua assicurazione auto

Hai una nuova auto? Congratulazioni! Ora ti manca soltanto l’assicurazione giusta.

Confrontare le offerte